STUDIO MEDICO POLISPECIALISTICO SAN FRANCESCO
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button

Benvenuti

"Lo Studio Medico San Francesco e' un poliambulatorio che con i suoi oltre ottanta specialisti e la diagnostica strumentale si propone di soddisfare le vostre richieste in ambito terapeutico "

 

i nostri recapiti: 
0121 396464 - 0121 462136 - 0121 390681 - 0121 462135

CHIRURGIA VASCOLARE, FLEBOLOGIA - ANGIOLOGIA

Dr. Gianfranco VARETTO

Dr.ssa Patrizia CHECCHINI

 

Si eseguono:

  • Visite con ECOCOLORDOPPLER VENOSO arti superiori e inferiori
  • SCLEROSANTI con metodologia classica o con laser terapia
  • ECOCOLORDOPPLER semplice, TSA, vasi spermatici

con rilascio immediato del referto

Per saperne di più:

capillari

CAPILLARI, COSA SONO
Comunemente chiamati capillari, l’inestetismo delle piccole venule rosse e bluastre è clinicamente classificato come teleangectasie.

Il significato del nome (teleangectasie) indica la dilatazione dei vasi sottili, piccole lesioni vascolari ereditarie o acquisite che si manifestano in tutte le età e sia negli uomini che nelle donne.

La ragione di tale dilatazione si ricerca in un’atrofia dei tessuti del derma, o in una dilatazione vasale protratta a lungo fino a diventare permanente, o ancora in fattori infiammatori od ormonali.

CAPILLARI: PERCHÉ COMPAIONO
Le teleangectasie si manifestano dopo diversi anni per familiarità e predisposizione al problema. È comunque sempre bene accertare le cause reali dell’insorgenza di capillari con un ecodoppler, onde escludere patologie anche gravi. Alla base c’è l’insufficienza venosa. Fenomeni come il photoaging, l’invecchiamento fisiologico causano poi la dilatazione dei piccoli vasi, come anche la gravidanza, gli anticoncezionali, gli steroidi e l’eccesso di alcool.

CAPILLARI DOVUTI A SQUILIBRI ORMONALI
Tipico problema femminile, i capillari appaiono in genere in prossimità del periodo puberale, con la comparsa del menarca. Si acutizzano poi in gravidanza o con l’uso di anticoncezionali e infine con la menopausa.

CAPILLARI DOVUTI A INSUFFICIENZA VENOSA
Questo disturbo solitamente è riconoscibile perché compare associato anche ad altre tipologie di varici e sintomi chiari di insufficienza venosa.

CAPILLARI DOVUTI A FRAGILITÀ DEL SISTEMA MICROVASCOLARE
In tale caso le teleangectasie si presentano molto sottili e sono provocate dai raggi solari (o delle lampade abbronzanti) e dagli sbalzi di temperatura.

CAPILLARI SULLE COSCE

È questa una zona frequente di comparsa delle teleangectasie femminili e una delle principali cause imputabili sono gli squilibri ormonali. Infatti possono essere anche segnale di insufficienza venosa.

CAPILLARI SOTTILI SULLE GAMBE
La parte finale delle gambe si presta alla comparsa dei capillari provocati da una debolezza generale delle pareti del sistema micro vascolare.

CAPILLARI CHE COMPAIONO DOVE SONO STATE FATTE LE SCLEROSANTI
È il cosiddetto fenomeno del matting, cioè comparsa di capillari reticolari improvvisa, che si verifica a seguito di iniezioni di sclerosanti nel 2 % circa dei casi ed è risolvibile con terapia laser.

CAPILLARI: LA PREVENZIONE
Come azione preventiva è utile svolgere un’azione riparativa, tonificante e decongestionante con opportuna attività fisica (per combattere la stasi venosa) e assunzione di prodotti a base di bioflavonoidi ed alcuni estratti vegetali flebotonici, come il ginko biloba. L’uso di calze a compressione graduata favorisce il ritorno venoso del sangue e il corretto funzionamento delle valvole. Vanno poi evitati tutti quei comportamenti scorretti che favoriscono la comparsa dei capillari, come l’esposizione eccessiva al sole e alle lampade, l’eccesso di alcol, l’uso di sostanze come steroidi e pillola anticoncezionale senza opportuno controllo medico puntuale.

LE SCLEROSANTI
La scleroterapia è una tecnica che comporta la chiusura di un tratto venoso sede di varice oppure di un gruppo di capillari (teleangectasie) mediante l'iniezione nei vasi stessi, in punti ben determinati, di una soluzione sclerosante che causa istantaneamente una reazione infiammatoria locale (flebite chimica); questa reazione provoca in seguito la trombizzazione ed il successivo riassorbimento del tratto varicoso oppure la cancellazione dei capillari.

I trattamenti sclerosanti per le varici ed i capillari delle gambe sono normalmente eseguiti lontano dal periodo estivo, in modo da evitare che l'azione dei raggi solari possa creare pigmentazioni cutanee e che la vasodilatazione dovuta al caldo non diminuisca l'effetto della terapia.

Share by: