STUDIO MEDICO POLISPECIALISTICO SAN FRANCESCO
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button
  • Slide title

    Write your caption here

    Button

Benvenuti

"Lo Studio Medico San Francesco e' un poliambulatorio che con i suoi oltre ottanta specialisti e la diagnostica strumentale si propone di soddisfare le vostre richieste in ambito terapeutico "

 

i nostri recapiti: 
0121 396464 - 0121 462136 - 0121 390681 - 0121 462135

VISITE VULNOLOGICHE

DR.SSA Giuliana BRUNO

 

Per saperne di più:

Le ulcere rappresentano una gamma di lesioni ad andamento cronico che, per varie cause, non mostrano la tendenza alla guarigione nell’arco di un certo periodo di tempo, in genere superiore a sei settimane. Le ulcere vascolari degli arti inferiori, le ulcere da pressione e le ulcere del piede diabetico ricoprono la percentuale maggiore di queste lesioni croniche. Molti sono i fattori che possono causare un effetto negativo sulla velocità di riparazione tissutale, in particolare una risposta infiammatoria prolungata con tendenza a ripetute infezioni locali e sistemiche.

Le ulcere degli arti inferiori colpiscono un gran numero di pazienti (circa 0,1-0,3% della popolazione generale) e la loro incidenza cresce con l’età, creando importanti ripercussioni socio-economiche.

La reale incidenza in Italia delle lesioni ulcerative non è ben conosciuta. Dati recenti dimostrano che colpisce circa l’1% della popolazione (in prevalenza donne).
Il comune denominatore che caratterizza le lesioni ulcerate è il lungo tempo di guarigione, frequentemente superiore ai 12 mesi. Durante tale periodo di tempo il paziente deve sottoporsi a ripetute medicazioni, spesso dolorose, al fine di consentire la necessaria rigenerazione tissutale che porti alla sua chiusura ed alla relativa guarigione spontanea o alle condizioni locali necessarie a procedere a un trattamento chirurgico come un innesto cutaneo. L’obiettivo primario di tali ripetute medicazioni è il raggiungimento ed il mantenimento di una buona detersione dell’ulcera ovvero di liberarla dai depositi essudativi che frequentemente si organizzano a formare un tenace tessuto fibrotico responsabile del rallentamento dei processi riparativi e spesso favorente infezioni sovrapposte non sempre dominabili con terapia antibiotica.
La vulnologia rappresenta la specialità che si occupa proprio della gestione globale del paziente con ulcere cutanee.

Ogni paziente segue un percorso diagnostico-terapeutico personalizzato con obiettivi specifici rispondenti alle linee guida internazioni. Il trattamento prevede l’utilizzo di farmaci, medicazioni avanzate e tecniche chirurgiche idonee alla tipologia di lesione (pressione, venosa, arteriosa, diabetica, etiologia rara).

Share by: